Taormina

 

Da almeno un secolo il nome di Taormina è scritto nel Gotha del turismo internazionale. Ogni anno la sua fama è inverdita dalle belle manifestazioni che si tengono nella cittadina: gli spettacoli di prosa, i concerti, i balletti al teatro greco-romano, il premio David di Donatello per il cinema e il premio letterario Etna - Taormina. I suoi alberghi sono dorati rifugi di regnanti, di principi di ogni paese, di magnati della finanza, di letterati, artisti ed esteti. Invasa dal turismo di massa attirato da sole, clima, fiori, bellezze di paesaggi e di panorami, suggestione di antiche vestigia e dal costante adeguamento dell'attrezzatura alberghiera e recettiva. La costa di Taormina è un succedersi di architetture rocciose, scure, grigie, rosa, dorate, immerse nell'azzurro cangiante dello Ionio. Esse racchiudono insenature semilunate orlate di spiagge gremite, d'estate e d'autunno, di bagnanti. Incantevoli sono il Capo di Taormina con i suoi faraglioni ( foto 15 ), l'Isola Bella congiunta da un'esile striscia dalla terra ferma, più lontano vi è il Capo S. Andrea e l'animatissima spiaggia di Mazzarò ( foto 17 ). Incantevoli sono anche i suoi antichi monumenti quali: il TEATRO greco-romano,il più famoso e antico dei monumenti; il PALAZZO CORVIA, il più grandioso e severo che ingloba tre architetture, dalla fine del sec. X al principio del XV; la PIAZZA 9 APRILE, ove sorgono la seicentesca chiesa di S. Giuseppe, l'ex chiesa di S. Agostino ( 1448 ) e l'antichissima torre dell'orologio; il DUOMO, di origine normanna. Incantevoli sono le gite che ci offre Taormina, sia sulla costa – ove, con una barca si possono vedere da vicino scogliere e grotte -, sia sulle alture che la sovrastano. Fra queste ultime la più famosa, per ampiezza panoramica, è quella che ci porta fino a Castelmola: circa 4,5 Km in auto. Tra i luoghi panoramici di Castelmola, famoso è il bar S. Giorgio ( foto 27 ) ove sostarono alcuni dei più famosi visitatori di Taormina lasciandovi la loro firma e i loro commenti, tra i tanti nomi troviamo quelli di Ford, Rockefeller, Churchill, Strauss, Morgan, Mountbatten.