Montalbano

 

E' uno dei più antichi e suggestivi centri dell'area nebroidea, circondato da boschi secolari e coronato da un maestoso Castello. Si discute da decenni sulle origini del paese e del suo nome. Si pensa ad una derivazione del nome latino mons albus , con riferimento ai monti innevati, o dal nome arabo al bana, dal significato di “ luogo eccellente “. Le prime notizie dell'esistenza del borgo risalgono al sec. XI, quando risultava possesso demaniale. Rolex GMT-Master Fake Watches Montalbano Elicona è un centro prevalentemente agricolo. I prodotti principali sono l'uva, i cereali, le castagne, le noci e le nocciole, la ricotta, il pecorino e la famosa e prelibata provola. I piatti tipici locali sono i maccheroni stirati a mano e conditi con sugo di maiale e arrosti di carne ovine caprine. Ottima la produzione di dolci a base di mandorle e nocciole e i biscotti tipici del periodo pasquale. Dal punto di vista Bell & Ross Replica Watches architettonico, di maggiore rilievo, troviamo la Chiesa Madre , eletta oggi a Basilica Minore, e la chiesa di S. Caterina. Meta dei visitatori sono anche i due magnifici portali barocchi: il Portale di casa Messina- Ballarino ( ‘600 ); il Portale di casa Mastropaolo (‘700 ) e la fontana del Gattuso. L'elemento storico-architettonico più significativo è l'imponente Castello, edificato su preesistenze bizantine e arabe. E' circondato da vicoli medievali e da mura perimetrali merlate, risalenti al periodo svevo, che rappresenta la configurazione difensiva a “ saettiere “ più importante e meglio conservata in Sicilia. L'elemento più straordinario del castello è la “ cappella reale “, riconoscibile come “trifora” o “cuba” di epoca bizantina, caratterizzata da due absidi, all'interno della quale, secondo alcune fonti, ci sarebbe sepolto Arnaldo da Villanova, figura imponente nel suo tempo, morto nel 1310 e del quale sono attestate numerose presenze a Montalbano insieme al re Federico.